Crea sito

ICE Strumentazione

Gli strumenti e accessori ICE che possiedo

Modelli

Prezzi epoca

Tester ICE 680C                                                                        (comprato) 10.500 (1964)
Tester ICE 680E (manuale tratto da Selez.Tecnica RadioTV)        10.500 (1966)
Tester ICE 680R (con pila da 3V) schema e layout II serie  14.850
Tester ICE 680R (con pila da 3V) III serie  
Tester ICE 680R (sesta serie con pila da 1,5V)                              (comprato) 70.000
Puntale per alte tensioni Mod 18                                             (comprato) 2.900  (1966)
Estensore ohmmetrico Mod. 25                                                    (comprato)                    6000 (1979)
Signal injector modello 63                                                            (comprato) 2.900         8500(1979)
Prova Transistor e prova diodi  mod. Transtest 662 (manuale)        (comprato) 6.900 (1966)
Volt-Ohmetro Elettronico modello 660 (manuale d'uso)                  (comprato) 12.500


Tester ICE 680C

Mi innamorai del tester ICE moltissimi anni fa.

Avevo visto un mio amico mentre misurava qualcosa con uno strumento il cui ago prima di fermarsi faceva della ampie oscillazioni.

Poi un'altra volta in un laboratorio, vidi all'opera un tester ICE con guscio nero (probabilmente era il modello 680 prima serie). L'ago partiva deciso e poi si fermava delicatamente indicando il valore sul quadrante.

Me ne innamorai subito!

Qualche tempo dopo, su una rivista, la ICE pubblicizzò il modello 680C. Costava ai rivenditori e ai radiotecnici 10500 lire.

Clicca qui per vedere la pubblicità dell'epoca

Lo trovai nel negozio del signor Polìti. Lo vendeva a 12.000 lire. Non li avevo (correva l'anno 1964).

Mio padre ai primi di dicembre, mi fece avere la somma necessaria. Mi recai nel negozio e con delusione scoprii che l'articolo era esaurito.

Qualcuno mi indicò un negozio a Messina. Presi il traghetto (da Reggio Calabria) e mi recai, di nuovo speranzoso, a Messina, avevo in tasca ben 13000 lire ma il negoziante ne voleva assolutamente 13500. Tornai a mani vuote.

Il signor Polìti, mi rassicurò dicendomi che, doveva recarsi a Milano per fare spese e, me lo avrebbe procurato.

Così tutte le sere tornando da scuola passavo davanti alla vetrina e guardavo con ansia il posto dove l'avevo visto esposto l'ultima volta.

Per Natale arrivò e lo comprai  sempre per 12000 lire.

Mio padre morì in un incidente pochi giorni dopo (4 Gennaio), e il tester è l'ultima cosa che ho avuto da lui.

In seguito comprai anche il 680R II serie (schema e layout) con pila torcetta da 3 V (14850 lire). Aveva il fusibile a filo con rocchetto per i ricambi incorporato. Questo fece innumerevoli voli e alla fine presentò un difetto di contatto intermittente (l'ago si fermava a metà bisognava dare sempre un colpetto per avere la misura giusta). Lo regalai a Franco che non l'aveva e comprai per 70000 lire il 680R sesta serie che però usava la pila 1/2 torcia a 1,5 Volt, ma anche questo da nuovo aveva lo stesso difetto. Allora  finalmente, esaminai lo schema e trovai un contatto leggermente aperto che non sempre si chiudeva inserendo il puntale. Una leggera piegatura e il problema si risolse. L'altro difetto di questa serie con pila da 1,5V è che questa non permette di verificare il funzionamento dei LED (si accendono a 2 volt)

Sul sito di Luca Rossi potete trovare lo schema della 1^ serie

A chi invece interessasse lo schema del 680R 6^ serie può cliccare qui

 

 

Estensore ohmetrico mod. 25

Ho ritrovato in un cassetto, l'estensore ohmmetrico della ICE

Con questo accessorio tutti i tester I.C.E. della serie 680 possono, senza alcuna pila supplementare, eseguire misure resistive in CC anche per la portata ohm x 10000.Quindi si possono misurare resistenze da 1 megaohm a fino a 1000 megaohm.

Il modello 25 serve per i mod. 680 R dalla I alla V serie (quelli con pila da 3 Volt)

Esiste anche il modello 25B che va collegato ai 680 R VI serie (con pila da 1.5Volt)

Per chi aveva poche lire in tasca, si creava l'illusione di essere in possesso di un ohmetro elettronico.
In effetti, lo usai con soddisfazione parecchie volte. L'ultima volta, mi distrassi e misurai la 220V ca.

Mi decisi ad aprirlo e ho tentato invano di ripristinarlo alle sue funzioni originali.
Infatti con il mio, tarando per il fondo scala, i valori intermedi non corrispondono più.
In seguito ho scoperto che per la VI serie con pila da 1,5V era stato fatto un modello apposito (mod. 25B). E' probabile, ma non ricordo ma può essere che le prove errate le abbia fatte con il nuovo 680R: quello con la pila da 1,5volt)

Ora ho entrambi i modelli di tester e prima o poi deciderò di fare una prova.........

Ecco lo schema:

Clicca per ingrandire

clicca per ingrandire

 

Signal Injector mod 63

Non me lo ricordavo più. L'avevo messo da parte perché non trovavo più la piletta microstilo (poco più grande della metà di una AAA).

Ho cercato sulla rete e ho trovato che qualcuno lo vende a 96.000 più iva (!..?).

Ecco un estratto di quanto scriveva la ICE:

L'iniettore di segnale modello 63 è stato studiato per permettere al radiotecnico di individuare e localizzare molto rapidamente guasti e interruzioni in tutti i circuiti di qualsiasi apparecchio a valvole oppure a transistors, siano essi a bassa o ad alta frequenza come radio, televisori,registratori, amplificatori, ecc.

Due speciali transistor adatti allo scopo montati secondo il classico circuito ad oscillatore bloccato, danno un segnale con due frequenze fondamentali di 1000Hz (audiofrequenza) e 500.000 Hz (radiofrequenza).

In effetti i comuni iniettori di segnali si fermano tragicamente sulla sezione bassa frequenza.

Questo invece dà un robusto segnale anche in alta frequenza.